Presentazione di Biokinesiologia delle Credenze

BKC è un’abbreviazione di Biokinesiologia delle Credenze, ovvero come applicare la kinesiologia nel mondo delle credenze. Perno fonda- mentale di questo approccio rimane proprio l’utilizzo del test kinesiologico muscolare (che chiamerò per comodità TM). Molte persone mi hanno posto un quesito, che ritengo estremamente importante: “Perché per diffondere questa metodologia non viene prodotto un video, che ridurrebbe di molto i costi di apprendimento?” Credo che il nocciolo della questione stia proprio nel fatto che l’efficacia di questo ‘percorso’ con la BKC è condizionata non soltanto dall’avere ricevuto le corrette informazioni, ma anche dal poter fare esperienza diretta del TM.

Bisogna necessariamente imparare ad acquisire una certa sensibilità a questo test, poiché tutte le valutazioni che si effettueranno hanno a che fare sempre e solo con la congruenza che paziente e terapeuta riescono a realizzare attraverso il test stesso. Per realizzare la nostra nuova casa, vorremmo sicuramente affidarci a tecnici qualificati. Questo è il ruolo dell’istruttoredi BKC: essere garante di un apprendimento di qualità, che possa permettere all’utente di imparare a destreggiarsi con sempli- cità e sicurezza nel mondo delle credenze subconscie, con lo scopo ulti- mo di poterle valutare e, all’occorrenza, modificare. Ho incontrato nella mia vita molte persone che hanno appreso molte conoscenze, ma non sono capaci di vivere la difficile quotidianità nella nostra società: non riescono, ad esempio, a trovare un accordo di integrazione tra quello che vivono e quello che vorrebbero vivere.
Poi ho incontrato persone senza grande cultura che sapevano destreggiarsi ‘alla grande’ tra gli intricati rapporti che ci viene chiesto di spe- rimentare a livello sociale. Nella mia professione ho avuto la fortuna di incontrare persone con una sensibilità manuale meravigliosa, che sanno ‘aggiustarti’ un ginocchio nel tempo, o poco più, che ci vorrebbe per fare una telefonata e prendere appuntamento con l’ortopedico, che ma- gari sarà disponibile per noi solo dopo qualche mese.

Come sempre, non è solamente il livello raggiunto negli studi che fa la differenza e, d’altra parte, non è sufficiente nemmeno la sola esperien- za a garantire un’operatività soddisfacente dal punto di vista della qualità. È come se, un giorno, un amico vi dicesse che, poiché ha imparato a memoria ‘il libro di Suor Germana’ (noto manuale di cucina), è diventato un grande cuoco! Ma voi sapete che conoscere il libro a memoria non fa del vostro amico un cuoco, ma solo un profondo conoscitore del libro, perché la buona cucina, o l’essere un bravo cuoco, è un’arte che non si può imparare solo sui libri. Le conoscenze teoriche possono essere una buona partenza, da combinare con passione, amore ed esperienza, lasciando che il nostro talento si possa esprimere senza subire le limita- zioni delle nostre credenze. Per questa ragione, anche la BKC è solo uno strumento in mano al ‘genio’ di chi lo utilizza, cioè il nostro paziente.

Ci sono delle istruzioni da imparare, semplici ed efficaci. Se dovessi però definire una peculiarità di questo approccio, userei la parola ‘precisione’. Sì, la BKC è come un bisturi affilato e preciso in mano al ‘bravo’ chirurgo, che in ogni momento sa dov’ è e cosa sta facendo. Nessun rischio di trovarsi in situazioni sconvenienti o difficilmente gestibili. Uscendo dalla metafora, è come dire che con la BKC non si lavora direttamente con emozioni forti e magari drammatiche della nostra vita, ma piuttosto con le percezioni che le hanno causate. Nella sola percezione, ovviamente, c’è meno dolore e sofferenza che nell’emozione.

Stampa Email

Cosa dire di noi

Chi sono gli amici del Piccolo Principe è presto detto: “Oggi più che mai la nostra cultura ci porta continuamente a delegare le nostre scelte per quanto riguarda la nostra salute.......per questo evento c'è il medico. E così anche per la parte spirituale......c'è il prete, e la parte economica......c'è il commercialista e così via. Facciamo sempre più fatica a scegliere per la nostra vita o peggio ancora crediamo di scegliere quando invece non abbiamo sufficienti informazioni per poterlo fare.


AMICIDELPICCOLOPRINCIPE.COM

via Firenze, 33080 Porcia PN - Italia

+39 0422-85.02.03

+39 348-51.61.396

info@amicidelpiccoloprincipe.org


Prego, sentitevi liberi di contattarci!

Come trovarci?