Cistite

Testimonianza - cistite
Sono una ragazza di 23 anni. Circa 3 anni fa avvertìi per la prima volta i sintomi estremamente dolorosi della cistite della viscica e dell’uretere. Un bruciore quasi insopportabile, sia che orinassi oppure no faceva male e passavo ore in bagno. Con antibiotici e antidolorifici la situazione durò circa due giorni. Il medico mi disse che dipendeva da un fungo che veniva trasmesso con il rapporto sessuale. Anche il mio compagno doveva assolutamente farsi vedere e fare la cura antibiotica. La stessa cosa ci fu detta nell’ambulatorio specialistico al quale fummo indirizzati. Ma tutto ciò non ha portato niente e alla occasione successiva il tutto ricominciò daccapo. Quando la relazione con il mio (ex)compagno finì anche la cistite scomparve, finchè non conobbi il mio attuale marito e allora si ripresentò di nuovo.
Mio marito si interessa da anni di Medicina Germanica®, la conosce bene e mi ha portato diverse volte con sè ai seminari. Helmut mi spiegò che dovevo aver avuto un conflitto di non poter marcare il territorio (simile al conflitto di identità) e che ricado sempre sullo stesso binario e che devo trovare il DHS e questo binario.
Trovare il binario è stato semplice. Durante il rapporto sessuale con mio marito, specialmente in una posizione particolare, sentivo una forte e fastidiosa pressione sulla vescica che aveva sempre come conseguenza una cistite dopo due giorni. Abbiamo quindi evitato quella posizione e la cosa ha anche funzionato. Per più di un anno non ho avuto più nessun sintomo.
Recentemente mio marito mi ha chiesto se potevo ricordarmi del DHS. Certo che me lo ricordavo. Poco dopo la fine della mia relazione con il mio ex-fidanzato conobbi un altro uomo, molto simpatico, ma che per motivi di lavoro era molto spesso in viaggio per cui aveva poco tempo per me. Non avevo però mai avuto rapporti sessuali con lui. Per cui quando uscìi di nuovo un fine settimana da sola e incontrai per caso il mio ex accettai di farmi accompagnare a casa da lui. Una cosa tira l’altra e finimmo a letto. Facemmo sesso (proprio in quella posizione) e io pensai continuamente se stessi tradendo o no l’alro uomo. “A chi appartengo ora? Al mio ex con il quale sto facendo sesso sebbene non siamo più insieme oppure al nuovo uomo?” Due giorni dopo ebbi per la prima volta la cistite. In seguito tentai di ricominciare la relazione con il mio ex ma la cosa divenne alquanto dolorosa perché soffrivo in modo estremo di cistite cronica.
Mio marito fu contento di sentire questo perchè ora sono una donna felicemente sposata e mi è chiaro a chi appartengo e, con la consapevolezza che il DHS non può più avvenire in quel modo esso è risolto (secondo la teoria) e così pure il suo binario. Facemmo subito una prova e da allora la ripetemmo più volte e...? Voilà! Tutto a posto, più nessuna traccia della cistite.
E’ ovvio che abbia studiato per bene la Medicina Germanica® e sono estremamente riconoscente per la assoluta libertà dalla paura delle malattie che queste conoscenze trasmettono, per il dottor Hamer, per la famiglia Pilhar e per mio marito.
PS. E’ stato abbastanza penoso per me raccontare queste esperienze intime. Siccome però ho cercato senza successo testimonianze sulla cistite e siccome molte donne ne soffrono cronicamente, mi sono decisa a metterele a disposizione per tutti gli interessati.

Annotazione di Pilhar:
Il DHS è sempre non solo acuto, drammatico e in “contropiede” ma anche vissuto in solitudine. Non se ne parla....
Da questa testimonianza si può vedere bene cosa significa “liberarsi, scaricarsi confidandosi con qualcuno”. Ora la giovane donna ha un marito al quale può raccontare tutto! Ciò che era successo allora non ha più il suo motivo e per questo lei ha potuto risolvere anche il binario.
Ringrazio molto la scrivente e anche suo marito per questa preziosa testimonianza.

Stampa Email

Cosa dire di noi

Chi sono gli amici del Piccolo Principe è presto detto: “Oggi più che mai la nostra cultura ci porta continuamente a delegare le nostre scelte per quanto riguarda la nostra salute.......per questo evento c'è il medico. E così anche per la parte spirituale......c'è il prete, e la parte economica......c'è il commercialista e così via. Facciamo sempre più fatica a scegliere per la nostra vita o peggio ancora crediamo di scegliere quando invece non abbiamo sufficienti informazioni per poterlo fare.


AMICIDELPICCOLOPRINCIPE.COM

via Firenze, 33080 Porcia PN - Italia

+39 0422-85.02.03

+39 348-51.61.396

info@amicidelpiccoloprincipe.org


Prego, sentitevi liberi di contattarci!

Come trovarci?