Dermatite atopica e vitiligine

Neurodermitis und Weissfleckenkankheit
Traduzione dal sito di Pilhar
Dermatite atopica e vitilìgine

10.03.2009
Nel 2000 lavoravo in una ditta e facevo turni. Ogni seconda settimana mi dovevo alzare alle 3,45. Avevamo allora 2 figli, una bambina di 3 anni ed un bambino di 6. Entrambi dormivano in un letto a 2 piazze nella stanza a fianco. Il più delle volte succedeva però che durante la notte s'infilassero nel nostro letto, cosa per me problematica nella settimana del primo turno. Si stava stretti ed io non avevo un sonno sufficiente.
Allora conoscevo già la Nuova Medicina Germanica ® (NMG), così, a grandi linee. Veramente compresa non la avevo ancora e soprattutto non la avevamo ancora integrata nella nostra vita.
Un giorno mio figlio mi disse che voleva una sua cameretta. Siccome ne avevamo già prevista una, al piano inferiore, potemmo accontentarlo in breve tempo. Procurammo un paio di mobili e poté già trasferirvisi.
Di contro sostituimmo il letto a due piazze della cameretta a fianco con uno più piccolo affinché la figlioletta avesse più spazio per giocare. Dopo qualche giorno nostro figlio volle di nuovo dormire sopra. Siccome lì c’era adesso solo un lettino, ciò avrebbe significato il dormire nel nostro letto e che io non avrei potuto riposare nelle settimane di turno mattutino. Per calmare subito le acque ed evitare che insorgessero nuove discussioni (cosa completamente sbagliata, come so ora), m’imposi in modo autoritario e dissi: tu volevi la tua cameretta e adesso dormi lì. Anch’io ho bisogno di riposare! Concessi tuttavia che durante i fine settimana si poteva fare un’eccezione, perché non dovevo lavorare.
Poco dopo, un Sabato, notammo delle macchie rosse sulla pancia di nostro figlio. Il nostro primo pensiero fu ovviamente di tipo medico-scolastico. Non avrà mica una dermatite? Il Lunedì le macchie erano già sparite e così noi ci siamo tranquillizzati. Nei seguenti fine settimana però ricomparvero sempre di nuovo e così ritornò anche la nostra preoccupazione. Perché sempre nei fine settimana? Pensammo a cosa facessimo di diverso nel Weekend; forse era l’alimentazione o l’abbigliamento differente, ecc. Improvvisamente mi venne in mente la NMG: Chiamai un conoscente che la conosceva bene e gli chiesi consiglio.
Volle sapere quando nostro figlio aveva le macchie e dove. Gli risposi che venivano sempre il fine settimana ed erano sulla pancia. Rispose che allora era tutto chiaro. Il bambino durante la settimana sarebbe separato da qualcosa e, durante il fine settimana, quando sparivano, questa separazione non c’era più e subentrava la guarigione. Adesso si trattava solo di trovare da cosa si sentiva separato durante la settimana.
Naturalmente mi era subito chiaro di cosa si trattava. Il giorno stesso riportai il letto grande al posto del piccolo. Nostro figlio potè di nuovo dormire ogni notte di sopra. Da quel giorno non ebbe più macchie rosse. Però gli vennero delle macchie bianche, soprattutto sul viso. Questo aveva a che vedere con la separazione da noi e con il desiderio di una cameretta tutta sua (vitilìgine). Io ero convinto che queste macchie sarebbero scomparse quando lui avesse veramente voluto dormire nella sua cameretta. Quando sarà grande abbastanza e vorrà veramente essere per conto suo.
Oggi ha 14 anni e vuole la sua camera dove può avere la sua tranquillità. E lì si sente molto a suo agio. Da quando è così, sono sparite anche le macchie bianche. Ogni tanto, il colore della pelle del viso non è dappertutto uguale (è un tipo di carnagione scura), il che potrebbe far pensare ad un binario.
Da allora ci siamo impegnati più intensamente con la NMG e ci comportiamo il più possibile secondo le regole della natura. Ci relazioniamo rispettosamente con i nostri figli ed anche con i nostri amici. Naturalmente non sempre ci riesciamo, ma ci mettiamo l’impegno.
Desideriamo dire un grazie di cuore al dottor Hamer ed a Te Helmut, per il Vostro inesauribile impegno per la NMG. Se non avessimo avuto queste conoscenze, saremmo corsi probabilmente, come la maggior parte dei genitori, da un medico all’altro, avremmo fatto test allergici, piani nutrizionali, escluso vari tipi di fibre dall’abbigliamento, ecc..
Vivere in modo consapevole in relazione con se stessi e gli altri.
Cordiali saluti R.
Note:
La vitilìgine ha come contenuto conflittuale una separazione brutale e sgradevole. Il bambino deve aver associato questa separazione sgradevole e brutale al suo viso. O in senso reale, perché era stato accarezzato al viso, o in senso traslato, per esempio “qui non devi più farti vedere”. E questa separazione brutta e brutale non è ancora definitivamente risolta, come scrive il padre. Tuttora c’è un binario.

Stampa Email

Cosa dire di noi

Chi sono gli amici del Piccolo Principe è presto detto: “Oggi più che mai la nostra cultura ci porta continuamente a delegare le nostre scelte per quanto riguarda la nostra salute.......per questo evento c'è il medico. E così anche per la parte spirituale......c'è il prete, e la parte economica......c'è il commercialista e così via. Facciamo sempre più fatica a scegliere per la nostra vita o peggio ancora crediamo di scegliere quando invece non abbiamo sufficienti informazioni per poterlo fare.


AMICIDELPICCOLOPRINCIPE.COM

via Firenze, 33080 Porcia PN - Italia

+39 0422-85.02.03

+39 348-51.61.396

info@amicidelpiccoloprincipe.org


Prego, sentitevi liberi di contattarci!

Come trovarci?