Sono bruciati vivi -- 20mila maiali, rinchiusi in gabbie dentro cui non potevano neanche muoversi.

Cari avaaziani,

Sono bruciati vivi -- 20mila maiali, rinchiusi in gabbie dentro cui non potevano neanche muoversi.

Ma i suoi allevamenti erano un inferno già da prima: maialini picchiati a morte se malati, sovraffollamento estremo, animali con ossa rotte e organi infetti.

L’allevatore olandese Adriaan Straathof è famoso per questi orrori e per questo la Germania gli ha proibito di gestire allevamenti. Ora il resto dell’Europa deve fare lo stesso.

Straathof vorrebbe continuare a fare affari come se nulla fosse, ma se facciamo esplodere uno scandalo le autorità saranno costrette a fare controlli più rigorosi e potremo fargli sospendere i permessi finché tutti i suoi allevamenti non saranno in regola. Non c’è tempo da perdere!

Firma con un solo click: basta allevamenti dell’orrore

Alle istituzioni locali, regionali, nazionali ed Europee:

"Siamo cittadini inorriditi dall’incredibile sofferenza degli animali degli allevamenti di Adriaan Straathof e vi chiediamo con urgenza di utilizzare tutte le leggi a livello locale, regionale, nazionale ed europeo per revocargli i permessi, facendo sì che non possa continuare le sue attività o gestire del bestiame o altri animali. Vogliamo anche nuovi e più efficaci regolamenti sul benessere animale e sulla sicurezza negli allevamenti perché tutto questo non si ripeta mai più."

Firma con un solo click: basta allevamenti dell’orrore

Straathof è uno dei più ricchi allevatori di maiali in Europa. Ha 6 mega impianti in Olanda e si è allargato anche in Ungheria e Germania. E nonostante 14 controlli delle autorità sulla sicurezza alimentare e una pila di denunce, multe e violazioni, gli hanno appena approvato un nuovo permesso per altri 11mila maiali!

Questo non è "allevare". È una tortura su scala industriale.

Possiamo far sì che queste siano le sue ultime vittime. Lanciamo un enorme appello che obblighi i legislatori a intervenire e impedire il prossimo bagno di sangue:

Firma con un solo click: basta allevamenti dell’orrore

 

Il nostro movimento è da sempre in prima linea contro la violenza sugli animali, dalla campagna contro il festival della carne di cane a quella contro lo smercio di sangue di cavallo. Sappiamo che quando agiamo tutti insieme e muoviamo grandi numeri possiamo ottenere vittorie ritenute difficili per i diritti degli animali e questa volta possiamo fare lo stesso.

Con speranza e determinazione,

Mike, Anneke, Luca, Danny e tutto il team di Avaaz

Maggiori informazioni:

Una vittoria per i suini tedeschi (CIWF)
https://www.ciwf.it/news/2014/12/una-vittoria-per-i-suini-tedeschi

Telecamere nascoste negli allevamenti del barone dei maiali Straathof (Animal Rights, IN OLANDESE, VIDEO, IMMAGINI CRUDE)
https://www.animalrights.nl/undercover-de-megastal-van-varkensbaron-straathof

20mila maiali muoiono nell’ultimo mega-incendio in un allevamento olandese (Dutch News - IN INGLESE)
http://www.dutchnews.nl/news/archives/2017/07/20000-pigs-die-in-latest-massive-dutch-factory-farm-fi...

20mila maiali morti in un devastante incendio in un allevamento olandese (AgriLand - IN INGLESE)
http://www.agriland.ie/farming-news/video-20000-pigs-die-in-devastating-dutch-farm-fire/

Stampa Email

Cosa dire di noi

Chi sono gli amici del Piccolo Principe è presto detto: “Oggi più che mai la nostra cultura ci porta continuamente a delegare le nostre scelte per quanto riguarda la nostra salute.......per questo evento c'è il medico. E così anche per la parte spirituale......c'è il prete, e la parte economica......c'è il commercialista e così via. Facciamo sempre più fatica a scegliere per la nostra vita o peggio ancora crediamo di scegliere quando invece non abbiamo sufficienti informazioni per poterlo fare.


AMICIDELPICCOLOPRINCIPE.COM

via Firenze, 33080 Porcia PN - Italia

+39 0422-85.02.03

+39 348-51.61.396

info@amicidelpiccoloprincipe.org


Prego, sentitevi liberi di contattarci!

Come trovarci?